Sono stato felice, in Via della Maddalena.

Un attimo prima avevo un’attività commerciale bene avviata, una casa popolare ristrutturata con ricercatezza e una famiglia che amavo. Un attimo dopo ero col culo per terra. Così iniziai a fare l'artista di strada. Interpretare delle emozioni, usando la voce per condividerle con perfetti sconosciuti, fu un’esperienza travolgente. Mi permise di guardarmi dentro e di volermi bene. Poi osservai meglio chi mi stava accanto e, quella che credevo la mia stella cadente, si rivelò un dannatissimo buco nero perché, nel vederla, avevo desiderato la persona sbagliata.
E ancora non sapevo quanto...