"I nostri segreti e le nostre menzogne sono esattamente ciò che ci definisce. Quando la verità ci offende, noi mentiamo e mentiamo finché neanche più ci ricordiamo che ci fosse una verità. Ma c'è, è ancora là. Ogni menzogna che diciamo, contraiamo un debito con la verità. Presto o tardi quel debito va pagato. Essere uno scienziato vuol dire essere un ingenuo. Siamo così presi dalla nostra ricerca della verità da non considerare quanti pochi siano quelli che vogliono che la scopriamo. Ma la verità è sempre li, che la vediamo o no. Alla verità non interessano i nostri bisogni, ciò che vogliamo. Non le interessano i governi, le ideologie, le religioni. Lei rimarrà li, in attesa, tutto il tempo. E questo alla fine è il dono di Chernobyl.

Se una volta temevo il costo della verità, ora chiedo solo... qual è il costo delle bugie?"

Tratto dalla mini-serie "Chernobyl” di Craig Mazin